Test sierologico per Covid-19

Scarica
La carta dei Servizi

Test sierologico per Covid-19

Al Poliambulatorio città di Carpi è possibile eseguire anche il test sierologico quantitativo con metodica in chemiluminescenza (CLIA) per IgG e IgM

I test sierologici quantitativi permettono la misurazione del livello degli anticorpi totali IgG e IgM prodotti dal sistema immunitario. Pur specificando che la ricerca degli anticorpi non sostituisce la ricerca diretta su tampone al fine di porre una diagnosi immediata, essa può comunque avere indicazioni in questi casi:

  • Verificare la presenza di una infezione COVID-19 in pazienti che non hanno eseguito il test diretto
  • Verificare se il paziente è immunizzato per COVID-19, magari a seguito di infezione asintomatica (anche se non esistono, al momento, evidenze sul tempo effettivo di permanenza in circolo e sulla efficacia protettiva degli anticorpi).

Il test in uso presso il nostro laboratorio è concepito per rilevare nel siero dei pazienti, con metodo in chemiluminescenza (CLIA), la presenza di anticorpi totali (IgG +IgM).

Il Test viene eseguito su un prelievo ematico venoso.

 

Test sierologico anticorpi neutralizzanti Covid-19

Disponibile il nuovo test per gli anticorpi IgG di seconda generazione per la rilevazione della risposta immunitaria anti-SARS-CoV-2.
I nuovi “anticorpi neutralizzanti” sono quella classe di anticorpi che impediscono al virus di entrare nelle nostre cellule, qualora si entri in contatto con SARS-CoV-2.
I test IgG di seconda generazione sono in grado di misurare gli anticorpi neutralizzanti per il SarS-CoV-2 che vengono prodotti anche durante la risposta immunitaria dei vaccini ad oggi presenti sul mercato.

 

Cos’è un test quantitativo?

Un test quantitativo è un’analisi del sangue che misura in modo affidabile la concentrazione degli anticorpi nel sangue.


Cosa possono dire questi test?

I test quantitativi possono scoprire se sei venuto in contatto col virus, attraverso la misurazione degli anticorpi nel sangue.

Chiedi al tuo medico di famiglia ogni informazione su questi test e fai sempre riferimento alle autorità sanitarie competenti.

Un risultato negativo non esclude la possibilità di infezione da SARSCoV-2 soprattutto se effettuato in fase precoce (precedente la sieroconversione) dal momento del contagio.

Un risultato positivo del test potrebbe essere indicativo d’infezione in corso, pregressa o potrebbe essere dovuto anche a reattività crociata o ad altre possibili cause. Il dato positivo deve essere confermato o escluso con tampone oro-faringeo per Sars-CoV-2 in PCR.

In caso di risultato POSITIVO del Test, il paziente dovrà sottoporsi alla misura dell’isolamento domiciliare fiduciario e informare in maniera tempestiva il proprio medico curante per l’effettuazione del tampone oro-faringeo al fine di escludere o confermare la presenza di infezione.

 

Come accedere al test?

È necessaria la prenotazione telefonica (non è possibile l’accesso diretto).

Il test è disponibile per tutti i soggetti senza sintomi, ovvero coloro che non presentino quelli indicati dal Ministero della Salute (ad esempio febbre superiore ai 37.5°, sindrome influenzale, tosse, affanno, ecc).

Qualunque sia il risultato è necessario continuare a seguire le misure di contenimento previste dalla legge.

 

Se il test è negativo, devo ripetere il test?

In caso di esito negativo del test, l’eventuale ripetizione del test è a discrezione del medico curante.

 

Synlab esegue i test “approvati” da Regione Emilia Romagna?

Il nostro laboratorio di riferimento è la Synlab Med di Faenza il quale esegue il test con metodiche previste dalla Regione.

 

I test sono coperti dal SSN?

No, attualmente il test non è coperto dal rimborso SSN ed è possibile accedervi solamente in regime di solvenza (con pagamento interamente a carico del paziente).

 

Quanto tempo ci vuole per avere il referto?

Il referto sarà disponibile indicativamente entro 48/72 ore dal prelievo.

 

È necessario essere a digiuno per sottoporsi al test?

Se un paziente esegue solamente il tampone non è necessario essere a digiuno.

 

A chi è rivolto il test sierologico anticorpi neutralizzanti Covid-19

Il test IgG di seconda generazione può essere utile:

  • A chi ha già completato i percorsi vaccinali ad oggi disponibili con funzione anti Sars-CoV-2 (entrambe le dosi) e desideri verificare la contestuale produzione di anticorpi (e loro relativa durata, attraverso misurazioni cadenzate nel tempo)

  • A chi vuole verificare se è venuto a contatto con il virus in passato e di conseguenza abbia sviluppato anticorpi neutralizzanti.

Sempre disponibile la misurazione degli anticorpi di classe IgM, che, se positivi, sono indice di una possibile infezione in atto che va ulteriormente indagata in accordo con il proprio medico curante.